%AM, %05 %392 %2016 %10:%Ott

Le Pietre Continuano a Rotolare

Scritto da
54 anni fa, il 12 luglio, al "Marquee" di Londra ( Un Music Club, tipologia di locale che da noi in Italia è ancora perla rara nel 2016 -.- ), si esibivano per la prima volta alcuni ragazzi che sarebbero diventati una delle band più influenti della storia del rock & blues, e il bello è che ciò accadde perchè vennero chiamati a sostituire Alexis Korner, che quel giorno doveva, con la sua band, registrare un programma in TV per la BBC. Come detto nell'incipit, oggi 54 anni e una manciata di mesi dopo, arriva la notizia che a Dicembre, uscirà il 28esimo album in studio dei ROLLING STONES. Il produttore del nuovo lavoro Don Was, ha rivelato a "Le Figaro" che sarà un disco di "cover blues", e che questo è il miglior lavoro fatto con gli Stones ( un pò di marketing ovvio... ); io da parere mio sono comunque molto curioso, considerando che l'ultimo lavoro risale al 2005 - A bigger bang - e che a parte "Streets of love", quinta traccia di quell'album, il lavoro non mi entusiasmò tantissimo, a differenza del live a San Siro di cui invece serbo un ricordo meraviglioso, ma d'altronde oltre alle pietre miliari della band proposte sul palco, si sa che gli Stones, live, rendono da paura ( Buona parte del tutto grazie a Jagger che tiene ancora il palco come a 20 anni XD ). Domani 6 ottobre, dovrebbe uscire il primo singolo estratto che probabilmente presenteranno live il giorno seguente al festival di Indo in California, dove saranno presenti anche Who, Bob Dylan, Roger Waters, Neil Young... ( beati i fortunelli che si gusteranno lo show ). Per quanto riguarda il disco si parla anche di Eric Clapton che dovrebbe essere presente in 2 brani e del fatto che l'album sia stato registrato in 3 giorni... "I musicisti si sono messi in cerchio attorno ai microfoni e non c'è stato alcun ritocco. Il disco suona molto grezzo, molto autentico, e cattura l'essenza di ciò che sono", queste le parole di Was. Non ci resta che aspettare domani per sentire cosa ci proporrà questo gruppo di ultrasettantenni molto più rock di tanti "sgargiulli" che ci sono in giro, e sperare che non deludano le aspettative, d'altronde una band che è conosciuta nel mondo anche per "I can't get no satisfaction", non può lasciarci l'amaro in bocca! Giusto? Alla prossima gente!! Qui sotto il link al sito ufficiale e la mitica "linguona degli Stones", colorata di "blue-s", per l'occasione!!! ;) http://www.rollingstones.com/
%PM, %27 %576 %2016 %14:%Lug

Mamma Mia El Diablo

Scritto da
Iniziamo col dire che questa band è in giro tra "alti e bassi" dal 1980, quindi 36 anni di onorata carriera, che spazia dalle sonorità new wave al rock "nostrano" di chiara influenza pop... e già questo sarebbe un ottimo motivo per informarsi un pò di più sui LITFIBA. Conoscendo chi legge i miei post/blog, e sapendo che l'età degli interessati spazia tra i 15 e i 70 anni, so benissimo che per alcuni di loro, non sto dicendo nulla di nuovo e conoscono la caratura della band, mentre per altri ( quelli che vanno in giro per trovare i POKEMON -.- ), consiglio di sfanculare il giochino più idiota del millennio e segnarsi sul calendario la data dell'11 novembre, quando, sperando non in un amara sorpresa, la band di Pelù e Renzulli, farà uscire il nuovo lavoro discografico. Sono passati 4 anni da "Grande Nazione", l'ultimo disco edito dalla Sony, che conteneva 10 brani ( più una bonus track - Dimmi dei Nazi - contenuta nell'edizione speciale che mi accaparrai immediatamente ) di puro rock alla litfiba, ma che, come tutti i lavori della band a partire da metà anni 90, strizza l'occhio al "commercial-pop"... questo non per dire che il disco era brutto, anzi, a me piacque un casino, sia la HIT scelta come singolo "LO SQUALO", sia altri brani come "Fiesta Tosta" ( che il "Festival di Castrocaro" scelse come sigla per il programma televisivo e in cui comparivo essendo io quell'anno tra i semi-finalisti XD... poi si sa che il rock ha altre strade... PUBBLICITà... ahahah ), ma per sottolineare che le parole esatte del coimunicato stampa sono state: "un nuovo disco di puro rock all'ennesima potenza" Ora, per me e penso anche per i fan un pò più datati, e magari un pò nostalgici e che quindi vivono nel ricordo di brani e album come "Lacio Drom", "17 re", "El Diablo", "Proibito", ecc... l'11 novembre potrebbe essere una data da segnare davvero sul calendario per il ritorno del "ROCK ITALIANO", visto che ultimamente nel genere c'è una discreta moria... Non per niente gli stessi Litfiba, in questi 4 anni sono "usciti" sul mercato con il disco dal vivo "Trilogia 83-89" e il box "Tetralogia degli elementi"...magari la mancanza di un pò di quella sana musica "ribelle" ha risvegliato qualcosa nel profondo dell'animo della band Toscana, e forse, e sottolineo forse, Pelù non farà più l'errore di finire a fare il giudice in un programma televisivo, molto più adatto a personaggi della risma di quel "chiamiamolo rapper" che non si sa nemmeno perchè facesse il giudice.... Comunque ad ognuno il suo...io rimango per la "musica suonata".. voi fate come cazzo vi pare. Statemi bene e ROOOOOCK

Novità da Facebook

Web Agency Imola